Resta in contatto

Amarcord

Quel 18 giugno nel quale la Ternana scrisse la storia del calcio umbro

Accadeva 47 anni fa, ma è una pagina che è rimasta scolpita nella testa e nei cuori dei tifosi rossoverdi. E fra le tante cronache se ne ritrova una particolare

Il fischio del signor Casarin di Milano, poi l’urlo di Romano Marinai, il capitano rossoverde, col pallone fra le mani alzato in cielo: la Ternana ha appena battuto 3-1 il Novara (Ermengildo Valle, Cardillo, lo stesso Marinai, prima del  rigore di Jacomuzzi) e grazie al punto di vantaggio sulla Lazio (che non andò oltre lo 0-0 a Bari) saliva per la prima volta nella sua storia in serie A: era il 18 giugno del 1972.

Una squadra, quella messa in piedi da Corrado Viciani e dal presidente Giorgio Taddei, senza stelle, ma con giocatori capaci di vincere con la forza del gruppo. Il ‘gioco corto’ farà innamorare l’Italia e per un po’ funzionerà anche l’anno dopo, sino a quando le big non prenderanno le misure ai rossoverdi.

Un traguardo storico, perché la Ternana- è bene ricordarlo – è la prima squadra dell’Umbria ad aver raggiunto la serie A. Un trionfo celebrato da tutti i quotidiani. Spicca sicuramente l’articolo di Tuttosport, che vedete qui sotto. A firmarlo è Mario Mariano, perugino doc, decano dei giornalisti umbri e tuttora corrispondente del quotidiano torinese (ma per il Perugia): “Ha vinto la Ternana, ha vinto Viciani– scrive il quotidiano torinese – il meraviglioso pubblico ternano. Quel pubblico che è stato vicinissimo alla squadra sin dall’inizio ed ha invaso gli stadi di tutta Italia per sostenere il proprio undici. Corrado Viciani, il tecnico che ha sempre tenuto i piedi in terra e che  è riuscito a caricare gli atleti al punto giusto, è stato di una compostezza esemplare. Al suo posto, qualcuno avrebbe potuto perdere la testa (…) Forse avrà ripensato ai tornei passati, quando le squadre da lui allenate, e una volta capitò proprio alla sua Ternana in serie B, in primavera si squagliavano, rimangiandosi quanto di buono avevano fatto in inverno”

Di certo c’è che quella giornata storica, nella quale la gente si riversò in strada, riuscì nell’intento di unire tutti, senza differenze. Terni per una volta finì sui giornali come centro dell’Umbria e mai soddisfazione fu più grande, a livello calcistico ma anche cittadino. Anche perchè Perugia dovrà aspettare la stagione 1974-75, di fatto dando il cambio ai rossoverdi.

LA ROSA
Portieri: 
Graziano De Luca, Gianfranco Geromel, Massimo Migliorini, Roberto Fabri
Difensori: Fernando Benatti, Giovanni Brutto,  Pietro Fontana,  Paolo Pandrin, Angelino Rosa, Francesco Scopetti
Centrocampisti: Carmelo Bagnato, Piero Cucchi, Giorgio Mastropasqua, Romano Marinai, Antonio Quirini, Mario Russo, Ermenegildo, Valle
Attaccanti: Antonio Cardillo, Salvatore Jacolino, Rolando Marchetti, Nazzareno Verzini, Gianfranco Zeli

IL TABELLINO DELLA SFIDA DECISIVA

Ternana-Novara 2-1
TERNANA: 
Migliorini (16’st Geromel), Pandrin, Benatti, Mastropasqua, Fontana, Marinai, Cardillo (9’st Marchetti), Valle, Jacolino, Russo, Rosa. All.:Viciani
NOVARA: Pulici, Volpati, Unere, Vivian, Udovicich, Grossetti, Benigni, Carrera, Jacomuzzi, Zaccarelli (9’st Veschetti), Picat Re. A disp: Nasuelli. All. Parola
Arbitro: Casarin di Milano
Marcatori: 14’pt Valle (T), 26′ pt Cardillo (T), 9’st Marinai (T), 40’st rig Jacomuzzi (N)

Oggi a Taddei è intitolato l’antistadio mentre a Viciani è stata intitolata la Curva Est, l’anima del tifo rossoverde.

Foto di  copertina di Marco Barcarotti

17 Commenti

17
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

Non mi sono persa una partita facevo parte della curva delultra tutte le trasferte isole comprese un tempo veramente di divertimento

Commento da Facebook

Presente

Commento da Facebook

Ero molto piccola ma c’ero allo stadio con mio padre…..ricordi sfogati di momenti passati con lui

Commento da Facebook

Che bei ricordi !!!❤💚

Commento da Facebook

Noi partivano per il viaggio di nozze la stazione ferroviaria era deserta stavano tutti allo stadio a fare festa.

Commento da Facebook

io ero presente

Commento da Facebook

Io questa foto ce l’ho

Commento da Facebook

Io questa foto ce l’ho

Commento da Facebook

Giornata caldissima, soddisfazione enorme ,festeggiamo tutta la notte ma era un’altro mondo.

Commento da Facebook

Come si fa a dimenticarlo…Quell’anno fu indimenticabile.

Commento da Facebook

Il sottoscritto Ha tutto documentato ultima in serie B con il Novara poi due grandiosi Di serie A A tutto documentato cioe tutte sintesi forse che non ci sono in citta

Commento da Facebook

io c’ ero!!!!quanti bei ricordi

Commento da Facebook

…. io c’ero!!!! ❤

Commento da Facebook

The BEST ❤💚❤💚

Commento da Facebook

E io c’ero

trackback

[…] Quel 18 giugno nel quale la Ternana scrisse la storia del calcio umbro  Calcio Fere […]

trackback

[…] Vai all’articolo integrale […]

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Amarcord