Resta in contatto

News

Pochesci torna sulla Ternana: “L’avrei salvata bendato, Balata coerente”

L’ex tecnico rossoverde è tornato a parlare dell’esperienza a Terni e non le manda a dire

Anche a distanza di un anno dal suo esonero, Sandro Pochesci continua ad essere un personaggio che divide la piazza rossoverde. Il tecnico romano, che non è ancora riuscito a trovare un’altra panchina, è tornato a parlare delle Fere a Pianetaserieb.it.

FORMAT E BALATA. L’ex allenatore di Ternana e Fondi ha spiegato il suo punto di vista sulle vicende dei ripescaggi e del format della Serie B. “Abbiamo visto cose mai accadute prima. Squadre che non sapevano in che categoria avrebbero giocato, un caos infinito per i ripescaggi: la crisi del sistema è emersa pesantemente. Solo chi ha una grande passione può ancora guardare questo sport, perché le tante situazioni hanno falsato la stagione. A me è sembrato surreale, si è toccato il fondo a livello organizzativo. Devo dire che almeno la Lega B ha avuto una sua coerenza, il presidente Balata si è battuto dall’inizio alla fine per questo format. Questa però deve essere una soluzione solo provvisoria. Se dovessi definirlo, è stato il campionato del dubbio: nessuno sapeva come si sarebbero evolute le cose. Le tre grandi piazze che sono sparite dovevano essere curate prima, quando gli organi di controllo se ne sono accorti hanno trovato cadaveri”.

TERNANA E BANDECCHI. A Pochesci non è ancora andato giù l’esito dell’esperienza a Terni e ha molto da recriminare: “Io sono entrato in un mondo nuovo e considero l’esperienza più che positiva. Non credo di aver fatto bene, molto di più: ho lasciato una squadra che combatteva per la salvezza e a fine stagione è retrocessa perdendo le prime 5 dopo il mio esonero e le ultime 5 del campionato. Più bello di quello che ho vissuto c’è solo la nascita di un figlio. Sono felice di essere entrato nel cuore di un popolo che è come me, operaio e predisposto alla sofferenza e ai sacrifici. La gente che ho portato allo stadio per quel derby che Aureliano ci ha sottratto al 93′ non si è più vista al “Liberati”: erano più di 10.000. Non ho mai perso 3 partite di fila con una rosa che tutti definivano inadeguata, ma che forse non lo era così tanto. Dopo sono emerse tante difficoltà, dal punto di vista prettamente societario: due cambi di allenatore, tre di direttore sportivo. La bussola è stata persa. Dal punto di vista personale, ripeto, ho guadagnato tanto in autostima: nessun tecnico mi ha messo in seria difficoltà. A detta di tutti oltre a giocarmela ho espresso anche un buon calcio.

RIMPIANTI. “Guardare il bicchiere mezzo vuoto è facile, si contestano allenatori vincenti e lo si può fare anche con me: nel calcio tutti possono parlare, ma in pochi capire. Lo dico senza remore ora che le acque si sono calmate: la Ternana la salvavo bendato, perché la bontà del mio lavoro emerge dai numeri. Non mi sento un allenatore retrocesso, perché non ho accompagnato la squadra in Serie C. Sono un mister esonerato, che ha fatto pareggiare una squadra composta da gente arrivata decima in Lega Pro contro l’Empoli che ha dominato il campionato e il Parma che ha conquistato la Serie A. Chi è arrivato dopo di me ha detto che i ragazzi non erano di categoria, ma il Presidente non ha voluto privarsene e mi è stata attribuita la colpa di una campagna acquisti che non ho avallato, ma accettato. Tutto ciò mi ha dato tantissima forza, non mi ha abbattuto: dispiace per la Ternana, ma non mi sento responsabile per la retrocessione. Oggi la società sborsa 9,5 milioni per la C, con me ne spendeva 4,6: qualcosa mi sfugge. Sono stato cacciato perché la squadra era forte e io inadeguato, due mesi dopo si parlava dei calciatori come tanti brocchi. Io ho cercato di far capire all’ambiente che non dipendeva da me, purtroppo Bandecchi ha dato retta ad altre persone.

FUTURO. “Ora, però, voglio guardare avanti: non ho mai smesso di studiare, di girare per i campi, di guardare i settori giovanili, di analizzare anche sette partite al giorno. Non do per scontato che aspetterò giugno per allenare, sono ancora fiducioso che la sfida giusta possa arrivare da un momento all’altro. Non cerco una piazza normale, ma stimoli forti e importanti. Io sono nato per essere un uomo di campo, sto bene solo a contatto col profumo dell’erba. Ora però sono ancora più ambizioso: non voglio accontentarmi di stare in panchina, bensì continuare la mia scalata. Mi manca una sola categoria e farò di tutto per raggiungerla, perché credo in me stesso e so di poter dimostrare di meritarla”.

43 Commenti

43
Lascia un commento

avatar
43 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Patryk Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

“calcio” 😂

Commento da Facebook

A lui le punture je le fanno sulla faccia ce la’ come il culo…

Commento da Facebook

Gli serve visibilità perché fortunatamente il calcio si è dimenticato di lui….straccia di buffone !!

Commento da Facebook

eppure aveva belle idee come “giocate senza pensare”

Commento da Facebook

eppure aveva belle idee, come il 3-7

Commento da Facebook

Parliamo con i fatti che sono inconfutabili.
La Ternana in serie C non l’ha portata lui che è stato esonerato ben prima della fine del campionato.
Un po’ guascone ? Si.

Commento da Facebook

Tanto simpatico quanto incompetente

Commento da Facebook

😘

Commento da Facebook

Infatti bendato avrebbe fatto sicuramente meglio

Commento da Facebook

Forse quel periodo della Ternana sostava proprio in confusione ,iniziando dalla società o per inesperienza e circondata da incompetenti ,e chissà se ha veramente ragione Pochesci?
Bene questo lo lasciamo con il segno del poi , ma sicuramente la Ternana si poteva salvare con una guida buona !!!

Commento da Facebook

Ti benderei io marionetta. Vai ad allenare e dimostra con i fatti le tue chiacchiere degli ultimi 20 anni. Poi se ne riparla

Commento da Facebook

Prendetela con pochesci.il padron baldechi ci porta in serie d

Commento da Facebook

No ma ibrahimovic avrebbe trovato difficoltà a tagliatsi uno spazio nella sua ternana…cit.

Commento da Facebook

Ancora a farti pubblicità con il nome della ternana x cercare qualche panchina…tranquillo non ti chiamerà più nessuno!!..tu e il calcio siete due rette parallele non vi incontrerete mai!!..

Patryk
Ospite
Patryk

Pochesci datte al biliardo

Commento da Facebook

Un po’ troppo SPAVALDO però a ME Piaceva …

Commento da Facebook

Balata e’ come lui

Commento da Facebook

È in corsa per il Real Madrid per caso?

Commento da Facebook

Meglio di Di Canio almeno giocava un po’ a calcio

Commento da Facebook

“Presuntoso” è la qualità che più ti distingue poi viene “arrogante” e poi ancora “pettegolo”; il resto è solo aria fritta! E giusto per chiarire …. nel mio cuore non ci sei mai entrato; anzi, non l’hai mai manco sfiorato!

Commento da Facebook

Comunque al di là degli errori le giocate che ho visto con te erano anni che non si vedevano

Commento da Facebook

SERIE C: LA SITUAZIONE PANCHINE Saltate finora le panchine di oltre 20 squadre Alessandria: Gaetano D’AGOSTINO Albinoleffe: Massimiliano ALVINI (esonerato) – Michele MARCOLINI Albissola: Fabio FOSSATI (esonerato) – Claudio BELLUCCI Arezzo: Alessandro DAL CANTO Arzachena: Mauro GIORICO Bisceglie: Ciro Ginestra (dimesso) – Antonio BRUNO Carrarese: Silvio BALDINI Casertana: Gaetano FONTANA (esonerato) – Raffaele ESPOSITO Catania: Andrea SOTTIL Catanzaro: Gaetano AUTERI Cavese: Giacomo MODICA Cuneo: Cristiano SCAZZOLA Fano: Massimo EPIFANI Feralpisalò: Domenico TOSCANO Fermana: Flavio DESTRO Giana Erminio: Raul BERTARELLI Gozzano: Antonio SODA Gubbio: Alessandro SANDREANI (esonerato) – Giuseppe GALDERISI Juve Stabia: Fabio CASERTA Lucchese: Giancarlo FAVARIN Matera: Eduardo IMBIMBO Monopoli:… Leggi il resto »

Commento da Facebook

Ancora!!!!! Possibile che nessuno lo zittisce?

Commento da Facebook

Ma chi è

Commento da Facebook

Il maggior responsabile della nostra retrocessione……
Un arrogante che parla a vanvera….

Commento da Facebook

Già ho l’influenza poi me tocca legge sto pseudo allenatore peggioro

Commento da Facebook

Ancora chiacchiera!!!
Infatti allena in serie A adesso… ah no!!
Manco li pulcini je farei allená!

Commento da Facebook

Ancora fanno parlare sto buffone, ma ancora più ridicolo e buffoni sono i tifosi ternani che lo venerano

Commento da Facebook

Pochesci continui a dire un sacco de cazzate. Quando tu l’hai lasciata la squadra se finiva il campionato allora eri retrocesso. Avete allestito una squadra all’altezza della SOCIETÀ cioè penosa. Avete preso gli scarti degli altri e infatti la fine non poteva che essere quella fatta. Abbi un po di dignità de non dire piu puttanate no che la salvavi bendato!!! Infatti per quanto sei bravo non te vogliono nemmeno nei dilettanti.

Commento da Facebook

Luca Medici

Commento da Facebook

Ma piglia la mano tua e bendate… manco il bandane te verrebbe bene

Commento da Facebook

Con te la ternana si salvava

Commento da Facebook

Sono saltate le panchine di 20 squadre su 59 di C e questo qua sta ancora a spasso…..
nella vita valgono i fatti, non le chiacchiere….

Commento da Facebook

Pochesci lascia perdere il calcio non è per te

Commento da Facebook

Se lo litigano tutti!!!

Commento da Facebook

Ma ancora parli?

Commento da Facebook

Sarà tutto ma l’avrebbe salvata alla grande.. Adesso mister 2000 panchine sta facendo terra bruciata… Ma va bene così…..ci meritiamo anche qualcosa di peggio de sto mercenario… E con tutto questo dico che pochesci sbaglia a parlare ancora… Si deve rispondere sul campo ormai è passata…. La cosa brutta che noi adesso siamo incantati da questo è pure bandecchi… NN sa che fare… Speriamo bene

Commento da Facebook

Ma basta

Commento da Facebook

Non credo sia opportuno né serio questo comportamento,un professionista non straparla mai ,prosegue il suo lavoro altrove ,troppo facile dire a cose fatte.

Commento da Facebook

Ancora?
Buffone

Commento da Facebook

Pagliaccio

Commento da Facebook

Invece il caro De Canio ci ha fatti retrocedere con gli occhi bene aperti.

Commento da Facebook

Finiscila saltimbanco

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News