Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, le sirene per Defendi e il nodo degli ‘over’

Il capitano sospeso fra la voglia di rinnovare il contratto, le proposte allettanti e la possibilità di riavvicinarsi alla famiglia. Con in più in ballo la necessità di liberare un posto al più presto

Circola ormai da qualche tempo come uno spiffero che però di tanto intanto si trasforma in venticello: Marino Defendi potrebbe lasciare la Ternana. Il capitano in partenza? Questione sul piatto, ma c’è da dire che i fattori e gli scenari sono molti e vari e dunque più che di bianco o di nero, dovremmo parlare di 50 sfumature di grigio.

TRA IL DIRE E IL FARE. Va detto subito che Defendi non si trova male a Terni e che quindi una sua eventuale partenza non sarebbe legata a situazioni di spogliatoio nè tantomeno tecniche o di rapporti. Il giocatore è sotto contratto con la Ternana e se mai dovesse andare via sarà evidentemente dietro corrispettivo economico.

Però più volte, anche nel corso di questo campionato, lo stesso giocatore aveva spiegato di essere tornato quest’anno a Terni da solo, senza la famiglia, celebre la conferenza stampa nella quale affermò di essersi fatto male giocando con i bambini che non vedeva da tempo: “Sono tornato a Bergamo, quest’anno la mia famiglia è lì, non l’ho portata con me a  Terni. Ho due bambini e sono spesso fuori, quindi ovviamente quando sono a casa mi impegno molto per loro...”

Proprio la lontananza dalla famiglia sarebbe stata motivo di riflessione per valutare una eventuale partenza anche a stagione in corso. Le prime sirene sono state quelle dell’Albinoleffe, ma è chiaro che la situazione di classifica dei bergamaschi non è così allettante anche con la prospettiva di essere sostanzialmente a casa. Certamente più forti e seducenti quelle che in queste ore arrivano da Monza. Alla società del patron Silvio Berlusconi non dispiacerebbe costruire la risalita attorno al giocatore ex Bari ed è chiaro che la prospettiva cambierebbe.

OFFERTE E PROSPETTIVE. Nessuna offerta ufficiale, per ora, anche perchè prima di tutto ci sarebbe come detto da parlare con la Ternana, che detiene il suo cartellino, Defendi per ora continua a far sapere a chi lo conosce cdi non avere alcuna intenzione di lasciare Terni, ma la vicenda è in evoluzione, in attesa di capire se il Monza si farà avanti ufficialmente con entrambi. Un peso ce l’avrà, ovviamente, anche la vicenda ‘over’.

La Ternana deve risolvere presto e bene il nodo, perchè è vero che c’è tempo fino al 31 gennaio per presentare la lista ma è altrettanto vero che il 19 si torna in campo e se non ci saranno variazioni, Paghera non potrà essere inserito in lista. Se non sarà ‘tagliato’ Vives, che oggi si è intrattenuto a colloquio con De Canio e Leone, potrebbero aprirsi tanti e diversi scenari, anche imprevedibili al momento.

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

Se vuole andarsene è perché ha capito che razza di società di merda ha in mano le nostre fere…
È già passata l’ora e questi stronzi incapaci, Bandecchi, Ranucci e De Canio hanno rotto li cojoni da mò !!!!

Commento da Facebook

Mari, ha detto che dovtebbe, rimanere.

Commento da Facebook

Chissà perché vogliono andare via tutti🤔

Commento da Facebook

Perché vuole andare via????

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a TERNI su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti